Centro Studi Judicaria

Archeologia

ATTIVITÀ DI GRUPPO

Incontri di gruppo

Contatti con Uff. Beni Archeologici, MUSE e Museo di Ledro.

RICERCA E DOCUMENTAZIONE

  • Lorenzo di Storo. Collaborazione con il Comune di Storo nella predisposizione del percorso storico-archeologico; richiesta all’Uff. Beni Arch. di un sondaggio sul Grot da Varda ed eventuale partecipazione del gruppo allo stesso.
  • Valle di Daone e Valsorda (Val Rendena). In collaborazione con F. Cavulli esplorazione, rilievi e documentazione di elementi e strutture di rilevanza archeologica.
  • Dos dei Morti (Valle del Chiese). Esplorazione con Serena Solano della zona di rinvenimento dell’epigrafe preromana.
  • Sopralluoghi in zone di montagna a rischio archeologico (in collaborazione con Museo di Ledro e MUSE).
  • Pozza Lavino sul Monte Tremalzo. Partecipazione al progetto di scavo e valorizzazione che sta predisponendo Luca Scoz del Museo di Ledro.
  • Partecipazione ad un eventuale seminario sull’archeologia locale organizzato dalle Soprintendenze di Trento e Milano.
  • Laghi di Valbona (Tione) e Valsorda (Villa Rendena). I possibili insediamenti in quota (Età del Bronzo?) recentemente individuati da Tiziano Chistè sono oggetto di sopralluoghi esplorativi da parte del gruppo ed eventualmente segnalati alle autorità competenti;
  • Sopralluoghi alle località Bastia e Castèl di Tione e documentazione fotografica;
  • Ricognizione sul Dos dei Morti in collaborazione con Solano della Soprintendenza archeologica di Milano e Dalmeri del Muse;
  • Valle del Chiese: ricognizioni in media e alta quota in collaborazione con Ecomuseo e Museo della Guerra; Analisi di mappe e di foto aeree recenti e storiche del territorio;
  • Verifica e documentazione delle segnalazioni della popolazione

 

VISITE GUIDATE

Visite guidate a scavi archeologici aperti: Pozza Lavino in Val di Ledro, Monte Terlago (età del Ferro, Dalmeri del Muse), Monte S. Martino di Lundo (Cavada, Univ. di Trento).

Visite a siti di notevole interesse archeologico: Riparo Dalmeri (Valsugana), Museo Retico di Sanzeno.

DIVULGAZIONE

Conferenze sul territorio tenute dal gruppo del Centro Studi (i massi coppellati, la bastia di Storo…) e da esperti esterni.

Articoli per la rivista Judicaria: “L’età del Ferro nelle Giudicarie” (Solano); “I massi coppellati” (Rizzonelli, Cavullo); “Pozza Lavino” (Scoz, Rizzonelli)…

DIDATTICA

Attività didattica nelle scuole e presso le associazioni locali (Nicolodi, Mottes, Rapanà).

 

Archeologia lungo il Chiese

Nuove indagini e prospettive della ricerca preistorica e protostorica in un territorio  condiviso fra Trentino e Lombardia

Atti del 1° convegno interregionale

Storo, Teatro dell’Oratorio

24-25 ottobre 2003

a cura di Elisabetta Mottes, Franco Nicolis, Gianni Zontini

I fiumi non sono semplici corsi d’acqua. Lungo le loro sponde corre anche la civiltà.I fiumi e i torrenti costituiscono per i territori montani un sistema linfatico lungo il quale si muovono persone, merci, idee, in una parola: la Cultura.Il Chiese ha da sempre svolto un ruolo particolare nei comprensori geografici che attraversa, sia quelli montani che di pianura. Nel suo bacino la presenza umana si è sviluppata fin da età molto antiche, e le ricerche future consentiranno di precisare meglio le motivazioni e le strategie adottate dai gruppi umani che qui si sono insediati nei vari periodi storici.

Il 1° convegno interregionale “Archeologia lungo il Chiese” tenutosi a Storo nell’ottobre 2003, aveva come primo scopo quello di rendere partecipi la popolazione locale e la comunità scientifica delle più recenti scoperte archeologiche offrendo un quadro delle conoscenze sulle più antiche popolazioni che hanno abitato questo ampio territorio.

L’organizzazione del convegno di Storo è stata resa possibile dall’impegno congiunto di varie istituzioni, prime fra tutte il Centro Studi Judicaria e l’allora Servizio Beni Culturali – Ufficio Beni Archeologici della Provincia autonoma di Trento, a cui hanno dato il sostegno e il patrocinio diversi altri enti che operano nei rispettivi territori.

I due obiettivi del convegno, quello divulgativo e quello scientifico, si accompagnavano però ad un’altra finalità, quella della condivisione della ricerca da parte di due istituzioni preposte alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio archeologico, la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia e la Soprintendenza per i beni archeologici della Provincia autonoma di Trento. È stata quella un’importante occasione, nella quale gli archeologi hanno potuto confrontarsi e porre le basi per indagare in modo coordinato le testimonianze delle culture del passato che insistevano in un’area oggi divisa tra due regioni. Ad essa è seguito l’incontro incentrato sugli aspetti funerari e rituali tenutosi presso il Museo di Gavardo nel 2004.

Gli Atti pubblicati in questo volume raccolgono quasi tutte le relazioni presentate durante il Convegno e anche un contributo relativo alle ricerche nel sito di Roncone (Trento), dirette dal collega Paolo Bellintani e iniziate dopo lo svolgimento del convegno, in considerazione dell’importanzadelle evidenze raccolte che contribuiscono ad integrare il quadro delle conoscenze della protostoria della Valle del Chiese in territorio trentino. Infine, i curatori del presente volume esprimono il più sincero ringraziamento agli enti organizzatori, e in particolare all’allora Presidente del Centro Studi Judicaria, dott. Giuliano Beltrami, all’allora Dirigente del Servizio Beni Culturali della Provincia autonoma di Trento, arch. Sandro Flaim, all’allora Direttore dell’Ufficio Beni Archeologici e poi Dirigente della Soprintendenza per i beni archeologici della Provincia autonoma di Trento, dott. Gianni Ciurletti. Un sentito ringraziamento è rivolto anche alle istituzioni che hanno concesso il loro patrocinio, il Comune di Storo (Trento), il Comune di Gavardo (Brescia), la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia, il Museo Tridentino di Scienze Naturali, il Civico Museo Archeologico della Valle Sabbia di Gavardo, il BIM del Chiese, Condino (Trento), la Comunità Montana di Valle Sabbia, Nozza di Vestone (Brescia).

La Cartina Archeologica delle Giudicarie Interiori e i Poster