Centro Studi Judicaria

Poesie senza veli, opere di Stefania Riccadonna (2006)


Capitoli

Si intitola “Poesie senza veli” la mostra di pittura che sarà inaugurata alle 18 di venerdì 31 marzo 2006 presso le sale expo del Centro Studi Judicaria a Tione. Ad esporre i propri quadri sarà Stefania Riccadonna, pittrice originaria di Rango di Bleggio Superiore e residente a Preore. Una tecnica in particolare contraddistingue l’opera di Stefania Riccadonna, è la tecnica dell’acquarello, che l’artista interpreta magistralmente,abbinando in modo originale molti colori e imprimendo alle forme contrasti e velature molto decisi, ottenendo un grande fascino e una forza evocativa del tutto particolare, che dal quadro sembrano travalicare i confini della cornice, arrivando dritti all’occhio e al cuore del visitatore.

Da sempre appassionata di disegno e di fotografia, per una decina d’anni l’artista ha perfezionato la tecnica a matita fino a quando, nel 2001, ha realizzato un suo sogno, partecipando ad un corso di acquarello tenuto dal pittore Rheinhard Ploner al quale, negli anni seguenti, sono seguiti altri corsi. Dal 2001 partecipa a concorsi locali e dal 2003, a concorsi di rilevanza nazionale. Numerosi i riconoscimenti che ha ottenuto. Uno dei più prestigiosi nel 2004 a Padova quando, in occasione dell’8° biennale europea di acquarello, una sua opera è stata selezionata (il tema al quale ispirarsi erano alcuni versi tratti dal Canzoniere di Petrarca).

Scorci di paesi dal sapore antico, nei quali si scoprono gli angoli più suggestivi dei borghi delle Giudicarie Esteriori, particolari di paesaggi, ritratti e corpi sensuali che sanno evocare il senso del mistero della vita, sono i temi che la pittrice predilige per esprimere la tecnica dell’acquarello.

Con la presente mostra il Centro Studi Judicaria intende inaugurare un nuovo impegno a favore dell’artista locale, realizzando l’opuscolo illustrato dell’artista da distribuire durante la mostra a scopo promozionale e conoscitivo.

 

 


Fotogallery


< Torna alla lista
Via-dei-migranti-stagionali Rivista Judicaria